Enrico "Chicco" Salimbeni (attore)

"Trilogia Horovitz"

Attore, autore e regista, nasce a Castelnovo né Monti il 2 febbraio 1965. Dopo un'esperienza con il Centro Universitario Teatrale di Parma, esordisce nel serial televisivo "È proibito ballare" di Pupi Avati. Da allora ha recitato in numerosi film e cortometraggi: "Le voci della Luna" di Federico Fellini, "Ragazzi Nervosi" di Anselmo Sebastiani, "I divertimenti della vita privata" di Cristina Comencini, "Spareggio con l'assassino" di Gianni Lepre, "L'Amore di Rada" di Guido Tosi, "Abissinia" di Francesco Martinotti, “Distretto di Polizia”, "Il cielo è sempre più blu" e “Asini” di Antonello Grimaldi "Camerieri" di Leone Pompucci, “La figlia di Elisa: ritorno a Rivombrosa” di Stefano Alleva, “I liceali 2” di Lucio Pellegrini, "Vent'anni dopo" di Ivano de Matteo, "Ma quando arrivano le ragazze" di Pupi Avati, "Artemisia" di Agnèse Merlet, "Radiofreccia" e “Una vita da mediano” di Luciano Ligabue, “Baaria” di Giuseppe Tornatore. Alla professione di attore alterna anche quella di autore e regista di spot pubblicitari e cortometraggi, tra i quali "La travagliata storia di un uomo tranquillo come Palombo", “Perquisizione” e "Dobra Sgnobra", con cui vince il Festival Cortinametraggi e il Cortoimolafestival. In Teatro partecipa a “Il giallo è servito” di Gabriele Corsi e Pippo Chillico e “God save the Punk” di Carmen Giardina, Aldo Vinci, Marco Odino. Scrive inoltre diverse sceneggiature per cortometraggi, Format e Lungometraggi e dirige Spot Pubblicitari.